giovedì 3 dicembre 2009

Tracce nella sabbia

Guardate l'immagine qui sotto:



Cosa vi racconta? Cosa vi suggerisce?
E' veramente sabbia?
Cosa sono quelle tracce?
E se provaste a guardare la foto a testa in giù?

Raccontate...

Davide

6 commenti:

Calliope ha detto...

Ho seguito il tuo suggerimento ed ho capovolto la foto.
E' molto più bella e suggestiva.
Mi suggerisce un'immagine dello spazio, un pianeta sconosciuto, un misto tra Marte e Saturno, investito da una tempesta che ne altera la tondeggiante forma.

Buona serata.

AnitaBook ha detto...

Okay.
Voglio provarci anche io.
Immagino caldo e un sole rosso come il fuoco, bruciante di alte fiamme sanguigne. Immagino me, distesa su quel prato di polvere o oro, a sentire le mille goccioline di sudore scendermi lungo il collo e sulle braccia nude. Immagino la finezza di ogni granello, che ai miei tocchi sfuggono, si disperdono nell'aria in spire di sussurri e voci. Immagino tracce di cammelli ingobbiti, che portano addosso il peso di un uomo, che procedono a passo lento e calcolato e non sono mai stanchi. Immagino la bellezza racchiusa nella luce di quei colori, immagino il niente e il tutto, il silenzio e il suo rumore. Immagino un piccolo soffio di vento afoso sul mio viso e centinaia di puntini luminosi nei miei occhi, come frammenti di sole scagliatisi dal cielo. E immagino tutto questo senza capovolgere nulla, lasciando la foto così come è. Perchè se dovessi capovolgerla, tutta quella sabbia mi divorerebbe all'istante. Cadrebbe in me, sul mio corpo, fino a seppellirmi, affinchè il mondo si dimentichi chi sono.

Davide Giansoldati ha detto...

Brava Anita

Rileggi il tuo racconto e prova a rispondere a questa domanda:
Ci sono tutti i sensi?

E secondo voi, ci sono tutti i sensi? Anita, li ha usati tutti nel suo testo?

AnitaBook ha detto...

Grazie Davide, ora rispondo alla tua domanda. :)

Sicuramente c'è: tatto, vista (anche se nel racconto uso il termine "immagino" è come se avessi davanti agli occhi tutti quei dettagli della scena. Decidi tu se conta.) e udito (i sussurri e le voci dei granelli che si disperdono in spirali). Quindi, no ... non sono tutti. :(

Davide Giansoldati ha detto...

Beh Anita, perché non riprovi e aggiungi i sensi mancanti? :)

AnitaBook ha detto...

Va bene. Provo ad immaginare ancora e a vedere cose ...
... a vedere monti e rocce che si sgretolano, che si sbriciolano come mollica di pane, che diventano polvere bruna. Vedo la terra sotto ai miei piedi trasformarsi, cambiare in un deserto infinito dove il mio camminare lascia segni. Tracce lunghe come scie, come se fossi un gigante e scuotessi il mondo ad ogni passo. Sento il vento solleticarmi in viso, un vento caldo e afoso, di quelli che aderiscono sulla pelle e la illuminano di sfumature lucide. Sento il sudore scendere, dalle tempie, sulle guance, sul mento, sul mio collo, sulle braccia. Sento il respiro farsi corto e il cuore battere veloce, come se la mia fosse una corsa contro il tempo. O contro il deserto stesso. Una corsa, per ritrovare pezzetti di terra fangosa, compatta e molliccia. Inspiro odori. Il mio, quello delle mille goccioline che mi imperlano il corpo; quello della sabbia, che sa di spezie, di aromi antichi e di incenso dolce e inebriante. Ma inspiro anche un profumo diverso. Più familiare. Che sa di freschezza, di erbetta incolta, di petali di rosa, di aghi di pino. Che sa di terra. La terra che un tempo era questo deserto. Mi inginocchio e sfioro la superficie liscia della duna. Tocco la fragilità della sabbia, quasi non ne avverto la consistenza. Quasi mi sembra eterea, rarefatta, impalpabile. Allora prendo un granello. Un minuscolo granello, perfetto nella sua geometria. Lo avvicino lentamente alla bocca e poi lo poso sulla lingua, per saggiarne il sapore. Chiudo gli occhi e un oceano di meravigliose sensazioni si sprigiona. Potente, incontrollabile. Capace di scardinare ogni cosa che mi appartiene. E me ne resto ferma. In mezzo a questo deserto rosso che un tempo era stato roccia. Con un granello di sabbia a bocca, a masticare la prelibatezza della natura che mi circonda.



Come va? ^^