giovedì 23 dicembre 2010

Il mio regalo di Natale


Alcuni anni regalo per Natale una storia, un racconto, altri una poesia, un'immagine, altri ancora un sogno.

Quest'anno ho scelto un libro, un libro particolare che potrebbe interessare tutti i lettori di questo blog.

Si intitola "Caro Insegnante. Amichevoli suggestioni per godere l(a) scuola", l'ha scritto Paolo Mottana, professore ordinario alla Bicocca di Milano.

Ho avuto occasione di ascoltarlo ad un convegno sull'educazione qualche settimana fa e mi ha colpito, anzi, entusiasmato.
Ho subito comprato il suo libro.

E scelgo di regalarvi il consiglio di comprarlo.

Di cosa parla Paolo Mottana nel suo libro?
Di passione, di amore, di eros.
Di gioia ed emozioni.

Della passione che un insegnate dovrebbe mettere nel suo lavoro.
Di come dovrebbe rendere speciale e unica l'aula dove insegna.
Di come dovrebbe "sedurre", conquistare, entusiasmare gli studenti, coinvolgerli e fargli amare la materia come l'ama lui.

Mi leggono insegnanti che mi scrivono anche per consigli, spunti, idee: questo libro è un prezioso regalo che potete regalarvi.

Mi seguono anche diversi formatori, coach e trainer: un lavoro che per molti aspetti è simile a quello del docente.
Anche per voi questo libro potrebbe essere illuminante, così ricco di spunti e consigli per rendere ogni workshop, un'esperienza unica da donare.

Mi leggono scrittori o appassionati della scrittura: sia che facciate corsi in cui insegnate a scrivere, sia che vi "limitiate" a scrivere voi stessi, potete regalarvi la passione e l'entusiasmo di questo libro.
Sì perché, provate a pensare a quale capolavoro potreste creare aggiungendo alla vostra scrittura anche una briciola dell'entusiasmo e della passione di cui trasuda questo breve testo di Paolo Mottana.

Immaginate...

E regalateci anche voi il vostro capolavoro, la vostra passione.

Buon Natale a Tutti :-)

Davide

giovedì 4 novembre 2010

Due letture che vi consiglio vivamente




Non so quanti di voi conoscano Seth Godin, autore del libro "La Mucca Viola".

Nell'ultimo mese ho letto due suoi nuovi libri, li avevo comprati qualche mese fa, ma finora non mi avevano "chiamato".

Probabilmente non era il momento giusto.

Ora lo è.

Li ho letti uno dietro l'altro, tutti d'un fiato.

Si tratta di "Tribù. Il mondo ha bisogno di un leader come te" e di "La chiave di svolta. Scegli di essere indispensabile".

Tribù è un libro chiaro, pratico e sintetico per spiegare il concetto di tribù e di leadership, ricco di esempi, aneddoti, spunti di riflessione, consigli e inviti all'azione.

In La chiave di svolta" Seth Godin, dopo aver parlato per anni al mondo del marketing e alle aziende, ora si rivolge direttamente agli individui per stimolarli a mettersi in gioco, a osare per fare qualcosa di eccezionale, ad essere straordinari.

Provate a leggere entrambi e chiedetevi, cosa c'è di utile per me in questi due libri?
Cosa posso "portarmi a casa"?

Anche una sola risposta, merita la lettura di entrambi, io ne ho trovate almeno una decina.

Buona lettura,

Davide

lunedì 4 ottobre 2010

Creative StoryTelling a TEDxTorino


Oggi pomeriggio, 4 ottobre, alle 17 a TEDx Torino (presso il Politecnico di Torino) ci sarà il mio intervento sul "Creative StoryTelling".

Chi è TED?
TED è l'acronimo per Technology Entertainment e Design, è un'organizzazione senza scopo di lucro che crea spazio ed eventi per dare voce alle menti più innovative del pianeta.

Di cosa parlerò durante l'intervento?

Di elementi e tecniche del pensiero creativo al servizio della scrittura: dall'idea del racconto alla sua creazione per conquistare il lettore.

Da settembre potete guardare le TED Conference direttamente su Sky.

Ci vediamo oggi pomeriggio!

Davide

martedì 28 settembre 2010

Toastmasters creativi culturali: persone nuove per cambiare il mondo.



Anno nuovo, nuovo manuale come Advanced Toastmasters Competent Communicator: speeches by Management.

Il primo progetto ha come obiettivo il Briefing che aveva questi obiettivi:

  • Apply the key steps in the preparation and organisation of material for a briefing.

  • Give a briefing to meet a specific objective and to gain audience understanding.

  • Effectively handle a question and answer session following the briefing.


Durata del discorso 8-10 minuti + 5 minuti per domande da parte del pubblico in sala.

Ho scelto un argomento che mi ha colpito particolarmente e che mi sta a cuore: i creativi culturali. Chi sono i creativi culturali?

Continuate a leggere! :-)

Titolo: Toastmasters creativi culturali: persone nuove per cambiare il mondo.

Quanti di voi sono seriamente preoccupati per l’ambiente?
A quanti stanno a cuore la pace nel mondo e i cambiamenti climatici?
Quanti pensano invece che l’economia debba essere etica e solidale?

Chi pratica discipline orientali? Ad esempio yoga, tai-chi, meditazione..
Chi si rivolge o cerca risposte attraverso medicine alternative o orientali? Agopuntura, riflessologia plantare, shiatsu, reiki...
Chi invece è convinto che le relazioni debbano essere consapevoli e costruttive?
Chi si interessa di crescita personale e scoperta di sé?

Se avete risposto sì, alla maggior parte delle domande, ho una bella notizia da darvi.
Anche voi fate parte dei creativi culturali.
Avete detto qualche no alle mie domande precedenti? Non vi preoccupate, molto probabilmente fate parte del gruppo di persone in transizione.
Chi sono i creativi culturali?
Questo termine viene coniato negli Stati Uniti negli anni ottanta e identifica persone che si distinguono dalla visione comune dominante di un mondo governato da politiche settoriali e scienze rigorosamente compartimentate.

I creativi culturali accettano la semplice legge che tutto è collegato, che facciamo tutti parte di un unico grande sistema.
Quello che succede in Amazzona, in Africa, in Cina o tra i ghiacciai, può avere ripercussioni su luoghi lontani anche su piani e aspetti diversi.
I creativi culturali considerano l’essere umano nello stesso modo: è un sistema globale dove corpo, mente e cuore fanno tutti parte dello stesso Uno. Solo così possiamo sentirci veramente completi.
I creativi culturali approcciano se stessi e il mondo con una visione olistica: portano con sé nuovi valori, visioni profonde e stili di vita diversi.

Ma quanti sono i creativi culturali?
Quanti siamo?
Sono state fatte diverse ricerche sia negli Stati Uniti, ma anche In Italia, in Francia e anche in Giappone.
I risultati in ogni paese sono molti simili: i creativi culturali nel mondo sono circa il 35%, più di 1 su 3.
Sono tantissimi, siamo tantissimi.

Perché allora, nonostante questa forte presenza, questa apparente massa critica, non se ne sentono gli effetti e le influenze in modo deciso e significativo?

  1. I creativi culturali non sanno di essere così tanti, credono di essere un’esigua minoranza, senza influenze né sulla cultura né sulla società. Viene così meno una parte del loro ottimismo, della loro forte carica che mettono nel fare le cose.

  2. L'altro aspetto che li frena è la credenza, erronea, che i loro campi tematici , gli studi e gli approcci siano diversi. Si creano quindi rivalità e incomprensioni che diminuiscono la forza, la coesione e l’energia a disposizione per cercare di raggiungere insieme gli stessi obiettivi.


Mancano quindi guide chiave che cerchino di dare senso e unità a diversi approcci.

Gandhi diceva: “Sii il cambiamento che vuoi vedere nel mondo”
Cosa possiamo fare quindi?
Quanto sentiamo nostre le parole che ho appena pronunciato?

Al Toastmaster si impara che spesso grandi comunicatori sono anche grandi leader.
Noi possiamo accettare questa sfida: abbiamo l’energia per guidare e stimolare sia il nostro senso di responsabilità che quello delle persone che ci sono accanto.

Iniziamo col cambiare il nostro modo di pensare.
Partiamo dai valori. Cosa sono i valori? I valori sono ciò che sia noi come individui che ogni gruppo considerano buono, positivo, desiderabile.
I valori sono le mete più importanti delle persone, sono le motivazioni che spiegano i loro comportamenti, quello che fanno, quello che vogliono ottenere o che vogliono essere.
Come leader siamo chiamati a mettere in discussione gli attuali valori del sistema in cui viviamo e agiamo.
Alcuni valori sono superati, altri sono stati creati ad hoc per strumentalizzare le masse, ricavare profitti, controllare.
Autorità e potere imposti vengono quindi messi in discussione e da questo confronto escono perdenti a favore dell’autorevolezza che diventa sempre più importante.

Il vero potere è il potere che abbiamo su noi stessi.
Mostriamo quindi col nostro esempio quasi sono i valori veri e importanti.
Diamo prova concreta della visione del mondo che sentiamo dentro di noi.
Guidiamo prima di tutto noi stessi verso la nostra autorealizzazione.
Il nostro esempio sarà la guida che gli altri seguiranno.
Iniziamo subito.
Iniziamo adesso.
Insieme.


Per maggiori informazioni potete leggere il libro I creativi culturali. Persone nuove e nuove idee per un mondo migliore. Una panoramica delle ricerche internazionali

edito da Xenia.

Oppure potete visitare il sito web: www.CreativiCulturali.it

Davide Giansoldati

domenica 29 agosto 2010

Scrivilo, due giorni di scrittura e creatività



Siete pronti?

Al ritorno dalle vacanze estive ci sarà la seconda edizione del workshop "Scrivilo! Full immersion sulla creativa scrittura".

Due giorni intensi sulla scrittura e il pensiero creativo basati sui miei corsi, approfondimenti e ricerche degli ultimi tre anni.

Il workshop sarà denso di contenuti, i temi trattati saranno:

  • La rivincita sul nostro giudice interiore

  • Raccontare con tutti i sensi

  • Conquistare con le emozioni

  • Il cammino dell’eroe



Il vostro cammino di scrittori parte da qui.

Il workshop si svolgerà a Milano sabato 23 e domenica 24 ottobre 2010 presso il Grand Hotel Puccini (C.so Buenos Aires, 33, 20124 Milano), con il seguente orario 9.30-13.00 / 14.00-17.30.

Trovate il programma completo dell'evento sul mio sito ufficiale: www.eallaenne.it.

Vi aspetto!

Davide

lunedì 9 agosto 2010

In aggiornamento


Ciao a tutti, approfittando delle ferie estive, giocherò un po' con layout del blog e con diverse impostazioni.

Non spaventatevi se lo vedete in modo strano.

A settembre tornerò da voi :-)

Buone vacanze a tutti!

Davide

sabato 12 giugno 2010

32 lezioni online scrivere il giallo



Oscar Montani, un mio caro amico e compagno di avventure ha deciso di avviare sul suo blog un corso di scrittura sul giallo completo di esercitazioni.

Chi è Oscar Montani? Oscar si diverte a scrivere romanzi e racconti gialli "soft boiled", ma per saperne di più su di lui vi rimando al suo blog.

Oscar pubblicherà 32 lezioni e, ogni quattro o cinque, proporrà delle esercitazioni che dovranno poi essere inserite sul gruppo di anobii SCRITTURA CREATIVA RICREATIVA.

I giudici, consiglieri ed editor saranno Oscar Montani, Topolinick, Ombre gialle e il sottoscritto.

Vi aspettiamo!

Davide Giansoldati

lunedì 31 maggio 2010

Racconti di città a Milano


Sabato 12 giugno si conclude presso l’Hotel San Guido di Milano il progetto dell’Associazione degli Alberghi del Libro d’Oro in collaborazione con RaccontidiCittà.

Ospite della giornata sarà Adele Marini: l’autrice, insieme al team di RaccontidiCittà, illustrerà ai partecipanti al corso di scrittura le principali tecniche per la stesura di un racconto breve.

Il workshop ha un costo di 100 Euro, comprensivo del lunch buffet.


Al termine ogni aspirante scrittore riceverà un attestato di partecipazione.

Per informazioni e iscrizioni:

silvia@raccontidicitta.it

www.raccontidicitta.it

www.goldenbookhotels.it/corsi_di_scrittura.html

venerdì 21 maggio 2010

29 maggio, Giornata Mondiale dell'Enneagramma


L'Enneagramma è un antico simbolo universale che ci aiuta a riscoprire noi stessi e la nostra vera identità.

Il 29 maggio è la giornata mondiale dell'Enneagramma: quale occasione migliore per venire a contatto con l'Enneagramma e scoprire le sue potenzialità?

Scopriremo l'Enneagramma attraverso il movimento, la voce e l'ascolto.

Scopriremo insieme come siano collegati scrittura, creatività ed enneagramma.

L'incontro durerà 120 minuti circa e si svolgerà sabato 29 maggio a partire dalle 10.00 presso l’associazione culturale “NonSoloDanza” (via Pastrengo 16/18 (vicino staz. Garibaldi) Milano – tel. 026283618 – email: info@nonsolodanza-ac.it)

Contributo per l'incontro € 10 (costo sala/materiali)

Vi aspetto per guidarvi in questo viaggio unico.

ciao,
Davide

sabato 15 maggio 2010

Deforestazione Zero: vanno in scena i libri


Deforestazione Zero è il progetto che GreenPeace volto a fermare la distruzione delle ultime grandi foreste primarie del pianeta per salvare il clima, le persone e la biodiversità.

In concomitanza con il salone del libro di Torino, Green Peace presenta la nuova classifica sull'editoria italiana, che rivela come la maggior parte dei libri venduti nel nostro Paese sia una minaccia per le preziose foreste di Sumatra e gli ultimi oranghi indonesiani.

Negli ultimi anni, infatti, l'Italia ha incrementato esponenzialmente le proprie importazioni di carta dall'Indonesia fino a diventare il più importante acquirente europeo di carta indonesiana e il maggior cliente APP (Asia Pulp and Paper).
APP è il più grande produttore di carta del Paese e il secondo a livello mondiale.


Se volete consultare la classifica degli editori italiani cliccate qui.

Per saprne di più sul progetto Salva Foreste, cliccate qui.

Buona lettura,

Davide

sabato 8 maggio 2010

Cioccolato, parole e sensi...



Voltaire, Carlo Goldoni, Stendhal, Manzoni, D’Annunzio hanno una passione in comune: il cioccolato.

Sabato 22 maggio, a Milano il cioccolato sarà la musa ispiratrice delle tue parole: un dolce percorso nei cinque sensi per gustare a tutto tondo il cibo degli dei, raccontarlo e descriverlo emozionando.

Attraverso il cioccolato potrai sperimentare come fondere insieme scrittura e creatività per incantare il lettore e rapirlo nella trama dei tuoi racconti grazie alla magia delle tue parole.


Cosa aspetti?

La prossima data del workshop è sabato 22 maggio: non puoi proprio mancare!

Ci sono ancora solo 6 posti disponibili...

Quindi, non perdere tempo, iscriviti adesso!

giovedì 22 aprile 2010

Il giorno della Terra e la festa del libro.



Oggi 22 aprile 2010, si festeggia il Giorno della Terra, Earth Day.



Questo evento compie 40 anni da quando, nel lontano 22 aprile 1970, venti milioni di americani parteciparono per la prima volta ad una manifestazione in difesa del nostro Pianeta e delle sue risorse naturali.

Domani invece, 23 aprile 2010, ci sarà la giornata mondiale del Libro: è un'iniziativa promossa anche dall'Unesco, che sarà celebrata in tutto il mondo con manifestazioni, incontri e convegni.

Per saperne di più su questo evento, potete anche leggere l'articolo su San Giorgio: libri e fiori.

A presto,
Davide

giovedì 8 aprile 2010

Creative Social Clustering



Il Crea­tive Social Clu­ste­ring è un insieme di tec­ni­che e stru­menti di crea­ti­vità per indi­vi­duare dove si trova un poten­ziale tar­get di rife­ri­mento e cosa dir­gli per con­quistarlo, avviare un pro­cesso di passaparola, per arri­vare a dif­fon­dere a più per­sone pos­si­bili il mes­sag­gio scelto.

Presenterò in anteprima queste tecniche alla prossima CreaConference, una delle conferenze internazionali di riferimento sullo sviluppo della Creatività e della Leadership.

Il 20 Aprile terrò una sessione pratica di Creative Social Clustering per il Toastmasters Italia: un gruppo no-profit che aiuta le persone a migliorare le proprie capacità di public speaking in italiano e in inglese.

Questa serata speciale sarà aperta a tutti: vi aspettiamo quindi martedì 20 aprile al Grand Hotel Puc­cini (C.so Bue­nos Aires, 33 a Milano) a par­tire dalle 18.45 e fino alle 20.40 circa.

Per altre informazioni su questa serata speciale, potete leggere anche la pagina sul sito web Toastmasters o la pagina dell'evento su Facebook.

Con­tri­buto per la serata: 5 € per i soci, 10 € per tutti gli altri.

Potete con­fer­mare la vostra par­te­ci­pa­zione all’evento inviando
una mail a easyclub@toastmasters.it.

Attenzione: numero massimo di partecipanti: 30!

mercoledì 7 aprile 2010

Tariffe agevolate per le spedizioni


Attraverso il Decreto 30 marzo 2010 Tariffe postali agevolate per l'editoria. (10A04046) (GU n. 75 del 31-3-2010) il Ministero dello Sviluppo Economico insieme al Ministero dell'Economia ha sospeso sine die dal 31 marzo 2010 e potenzialmente eliminato la Tariffa editoriale ridotta per gli editori con decreto interministeriale, causando di fatto un aumento medio del 700% nei costi di spedizione.
Le case editrici, soprattutto quelle piccole e indipendenti, sopravvivono senza incentivi statali di nessun genere, tengono duro anche durante la crisi, scommettono sulle librerie e sui lettori e diffondono cultura, pluralità di opinioni e sapere, pur in assenza di una seria legge a sostegno della loro attività, come avviene invece nella maggior parte dei Paesi europei.


Partecipa anche alla petizione insieme a noi, clicca qui!

domenica 4 aprile 2010

Buona Pasqua



Buona Pasqua a tutti :-)

Davide

venerdì 26 marzo 2010

Regala un libro ad uno sconostiuto



Oggi è il 26 Marzo: Alberto Schiariti ai primi di gennaio ha scelto questo giorno per creare un evento nazionale, regalare un libro ad uno sconosciuto.

La sua idea è stata diffusa, ripresa, amplificata, la sua pagina su Facebook ha raggiunto quasi 250.000 membri.

Cosa aspettate?
Fatelo anche voi, regalate un libro ad uno sconosciuto, condividete con lui/lei l'emozione di qualcosa che avete letto.

A presto :-)

Davide

mercoledì 24 marzo 2010

Amore e Psiche: quinto discorso story telling


Quinto e ultimo progetto del manuale avanzato sullo story telling all'interno del percorso di formazione Toastmasters International.

Il tema del progetto è Bringing History to life. Lo scopo di questo discorso è: "Storytellers have also been historians, using their talents to tell the world about the events that shaped it. Stories about the knights of the Round Table, battles, explorers and leaders are as interesting as todays as they were many years ago. When telling an historical story, narrow it to one event and make sure it has a plot, conflict, characters, a setting and action.
Carefully develop the characters. You may have to cut the story to fit your time limits."


Il mio discorso si ispira alla leggenda di Amore e Psiche.
La storia di Amore e Psiche viene messa per iscritto da Apuleio,
scrittore latino del II secolo nella sua opera Le metamorfosi.

C'era una volta una ragazza bellissima.
Il suo nome era Psiche ed era la figlia del re.
Era la più piccola di tre sorelle: anche loro erano molto belle, ma lei, Psiche, aveva una bellezza straordinaria, quasi divina.
Alcuni dicevano persino che fosse più bella di Venere.

La dea Venere si sentì minacciata da quella creatura umana, così chiese a suo figlio Cupido di farla innamorare del più brutto e insulso essere vivente.
E così fu: Psiche un giorno fu rapita dal vento e si ritrovo in un'enorme dimora piena d'oro, d'argento e altri gioielli.

Durante quella prima notte notte il suo promesso sposo venne a farle visita per fare l'amore con lei: così il giorno dopo e quello dopo ancora e quello dopo.
Arrivava col favore della notte, restavano insieme al buio e, prima che sorgesse il sole, l'uomo scompariva di nuovo.

"Psiche, amore mio", diceva l'uomo, "tu potrai stare qui fin che vorrai, ma ad una condizione: mai dovrai vedere il mio volto".

Le giornate passavano lente e vuote: l'uomo le faceva compagnia solo di notte e Psiche di giorno era sempre sola; lentamente la ragazza perse l'appetito e la voglia di vivere.
"Perché piangi, amore mio?", le chiese lui una notte.
"Mi mancano le mie sorelle, mi manca la mia famiglia", rispose lei.
L'uomo acconsentì a farle incontrare le sorelle: "Guardati da loro: le loro parole sono infide"
Il vento portò da lei le sorelle: trascorsero insieme una splendida giornata e, giunta la sera le riportò a casa cariche d'oro.

Le giornate di Psiche con la compagnia delle sorelle diventarono ben presto più allegre.
Il suo amato ogni volta la metteva in guardia da loro, ma lei lo tranquillizzava.

Le sorelle ben presto divennero gelose di Psiche: lei aveva tutte le ricchezze che voleva ed era così felice del marito.
Loro invece erano state costrette a sposare degli zotici più vecchi di loro padre.
Decisero quindi di vendicarsi.

La volta successiva, quando incontrarono Psiche le dissero: "Sorella, sorella. Abbiamo paura per te. Dobbiamo svelarti un segreto: tuo marito è un mostro tremendo. Ruba, uccide, saccheggia. Nessuno riesce a fermarlo, ma forse tu.. col favore della notte..."

Quella sera stessa Psiche nascose nella stanza una lampada ad olio e un coltello affilato.
Dopo aver fatto l'amore col marito, attese che lui si fosse addormentato e illuminò il volto con la lampada.
Quello che vide la fece rimanere senza parole: l'uomo senza volto che aveva sposato era Cupido, il dio dell'amore.
Lo stupore fu tale che la lampada le cadde sulla spalla dell'amato: l'olio bollente lo ustionò e lo fece svegliare di colpo.
Cupido urlò di dolore e poi senza nemmeno degnarla di uno sguardo, infuriato perché lei aveva tradito la sua fiducia, si librò in cielo e scomparve.

Venere fu subito avvisata dell'accaduto e, in preda alla rabbia, trasformò la stanza del figlio Cupido in una prigione... "Tu!" e gli puntò contro il dito, "Mi hai disubbidito! Ti avevo detto di farla innamorare dell'ultimo degli uomini e invece l'hai scelta per te. Forse dovrei rinnegarti persino come figlio!"
Venere lo abbandono tra i suoi tormenti, quindi ordinò ai suoi guerrieri di trovarle Psiche.

Fu Psiche a trovare la dea: era giunta al suo cospetto chiedendole notizie di Cupido; Lei lo amava, era in pensiero per lui.
La dea replicò tuonando "Tu! Tu, comune mortale, Tu... non sei degna di mio figlio!" e le strappò i vestiti e i capelli, poi la rinchiuse in una prigione.
Era la prima notte che Psiche e Cupido dormivano separati da molto molto tempo.

La mattina dopo Venere irruppe nella cella di Psiche, le gettò un tozzo di pane secco e le disse: "Ti sottoporrò ad una prova per vedere se sei degna di mio figlio"
Si fece portare una montagna di chicchi di frumento, miglio, lenticchie, fave e ceci e, dopo averli mescolati, le disse: "Hai tempo fino a sera per separarli".
Psiche capì subito che l'impresa era impossibile e incominciò a piangere.
Una formica la vide e si impietosì di lei: chiamò tutto il suo popolo e insieme riuscirono a separare i semi, poi scomparvero.

Venere non si era aspettata quel risultato così decise di sottoporre Psiche ad un'altra prova: "In quel campo ci sono delle pecore dal manto d'oro. Portami un po' della loro lana"
A Psiche quella sembrava un'impresa molto facile: si diresse decisa verso le pecore quando una canna di bambù lungo il fiume le disse "fermati, quelle non sono normali pecore. Se ti avvicinerai ti sbraneranno viva. Se ti serve un po' della lana, aspetta la notte e recupera la lama che si è impigliata in quei rami nel bosco."
Psiche fece come le era stato detto e riuscì anche in questa impresa.

Venere era sempre più infuriata: "Vedi quella cima? Là c'è una sorgente di acqua gelida. Prendi questa anfora e riempila alla foce."
Psiche iniziò subito a scalare la montagna, ma la roccia era scivolosa e non c'erano appigli.
Non c'era alcun modo di arrivare lassù.
Psiche iniziò a piangere disperata: un'aquila si impietosì, si tuffò in picchiata, prese l'anfora dalle mani di Psiche, la riempì di quell'acqua e gliela restituì.

Venere era furente: "Bene, vediamo se riesci anche in quest'ultima impresa. Devi andare da Proserpina, nel cuore dell'Ade. Porgile questo cofanetto e dille che Venere la prega di mandarle un po' della sua bellezza."
Psiche capì che quella era un'impresa disperata. Il suo amore per Cupido però era così forte che, pur di accontentare Venere, era pronta a suicidarsi per poter parlare con Proserpina.
Salì sulla torre più alta e si preparò a saltare nel vuoto.
La torre le parlò "Fermati! Non farlo! C'è un'altra strada per i vivi per scendere negli inferi e tornare"
La torre le indicò la via, poi concluse "Ricorda, porta con te due monete d'oro e due focacce."
Psiche seguì le indicazioni della torre: scesa negli inferi, con la prima moneta si fece traghettare da Caronte dall'altra parte del fiume Acheronte mentre con la prima focaccia riuscì a far addormentare Cerbero.
Arrivò quindi da Proserpina che le diede quanto chiesto da Venere, poi, felice, fece la strada inversa.
Una volta in salvo, Psiche fu vinta dalla curiosità e aprì il cofanetto: cadde subito in un sonno profondo da cui non si sarebbe più risvegliata.
La vendetta di Venere si era finalmente compiuta.

Cupido nel frattempo era guarito ed era riuscito a scappare dalla prigione costruita dalla madre. Volò alto nel cielo e da quel punto da cui si può guardare tutto il mondo, scorse Psiche, addormentata.
Corse da lei e rinchiuse il sonno profondo nel cofanetto, risvegliandola all'istante: "La tua curiosità un giorno ti sarà fatale, amore mio... presto prendi il cofanetto e portalo a Venere"

Cupido intanto raggiunse Zeus, il padre degli dei e gli chiese il permesso di poter sposare pubblicamente Psiche.
Zeus accettò sperando che quel matrimonio avrebbe messo la testa a posto a Cupido.
Poi, il padre degli dei parlò con Venere: "Non devi preoccuparti, figlia mia. Non sarai disonorata da un matrimonio con una mortale. Sarà un'unione tra uguali."
Zeus stesso fece bere a Psiche una coppa d'ambrosia e la ragazza divenne subito immortale.
Eterno fu il loro amore.
Eterna è l'arte che lo rappresenta.
Eterna è la parola che lo racconta.


E sono finalmente diventato Competent Communicator & Competent Storyteller!

a presto,
Davide

mercoledì 10 marzo 2010

Milano bianca VS happy hour giallo!



Milano ci prova. Mette i bastoni tra le ruote ad uno dei suoi figli più cari.

Invece di accogliere il nostro happy hour in giallo di questa sera con un caldo sole, ha deciso di scatenarci la furia dell'inverno.

Noi andremo avanti per la nostra strada.

Supereremo questa sfida e la serata sarà un successo!

Alle armi e... a stasera!

Ci vediamo al Boccascena del Teatro Litta (C.so Magenta, 24 Milano) alle 18.30/18.45.

Vi aspetto!

Davide

mercoledì 3 marzo 2010

Diamo Forma alla Creatività


Martedì 9 Marzo alle 18.30 vi aspetta un viaggio nei 5 sensi per scoprire la propria creatività nascosta.

Con questo primo incontro Forma Moods insieme a FrancoAngeli inaugura
'PRIMO SGUARDO, L'APERITIVO LETTERARIO', un appuntamento settimanale brillante e coinvolgente con autori, editori e lettori ogni martedì nella propria sede di
Piazza Tito Lucrezio Caro, 1 a Milano (zona Ticinese).

Martedì 9 marzo alle 18.30 potrete ascoltare, gustare, toccare, assaporare la forma delle nuove idee in uno spazio speciale.
Un’occasione insolita per vedere la creatività in azione.

A guidarvi in questa esperienza sarà il mio amico e partner, Gianni Clocchiatti autore del libro Creatività per l'innovazione: come produrre idee vincenti per migliorare la competitività.

Al pianoforte, ci sarà BORIS ILIEV.

A fine serata, aperitivo per tutti!

L'ingresso è libero, ma è meglio mandare una mail di conferma partecipazione a ufficiostampa@francoangeli.it.

Vi consiglio caldamente questo evento!

ciao,
Davide

domenica 28 febbraio 2010

Happy Hour in Giallo



Ti aspettiamo mercoledì 10 Marzo a partire dalle 18.45 al primo Happy Hour in Giallo al Boccascena del Teatro Litta di Milano (Corso Magenta, 24)

Durante la serata si parlerà di thriller, gialli e noir insieme alla casa editrice Eclissi e ai suoi autori.

Come Writing Coach, vi guiderò durante la serata con un workshop di scrittura in giallo.

Insieme scopriremo come scrivere un racconto che tenga il lettore sul filo del rasoio.

Durante la serata parleremo anche del nuovo corso Pubblica in Giallo che terrò nelle prossime settimane sia in aula che online.

Il contributo per la serata è di 12 euro (costo happy hour).

Tutti i partecipanti riceveranno subito gratis anche un libro della casa editrice Eclissi.

Potrai così conoscere questa realtà editoriale che dal 2006 pubblica autori esordienti e non, svolgendo con impegno e passione il vero lavoro di editore.

Per confermare la tua partecipazione all'evento manda una mail a segreteria@eallaenne.it

Se vuoi conferma la tua partecipazione all'evento su Facebook!

Ti aspettiamo!

Davide

venerdì 26 febbraio 2010

Yoga della risata per produrre di più vincendo lo stress.


Io e i miei colleghi lo diciamo da anni: lo yoga della risata aiuta a lavorare di più senza essere stressati.

Ora finalmente ne parlano anche i media: potete leggere l'ultimo articolo di ieri su Adnkronos

Cos'è lo Yoga della Risata?
E' una serie di tecniche che utilizza esercizi di respirazione profonda propri dello Yoga, esercizi di risata stimolata, di stretching e di gioco per ridere, ridere e ancora ridere.

In azienda può essere usato sia all'interno di percorsi di team building e team working, sia per ridurre lo stress e ricaricare il gruppo di lavoro.

Nel tempo libero è una valida attività fisica che fonde insieme esercizi di respirazione profonda propri dello Yoga, esercizi di risata stimolata, di stretching e di gioco per ridere, ridere e ancora ridere.

Per chi scrive ed è a caccia di idee che non arrivano, 10/20 minuti di yoga della risata sbloccano la creatività e riattivano la mente.

Se qualcuno di voi fosse interessato a provare lo Yoga della Risata sia per interesse personale, che per possibili applicazioni in azienda, terrò una demo pratica su questa tecnica venerdì 5 marzo a partire dalle 19.30 circa presso l'associazione culturale Non Solo Danza, in via Pastrengo 16/18 a Milano.

Contributo per la serata 5 €

Per confermare la vostra partecipazione, mandate una mail a info@nonsolodanza-ac.it

Vi aspetto!


Per approfondire:
Yoga della Risata
SPA per la MENTE

Davide

martedì 16 febbraio 2010

Parliamo di... verde

Il verde e l'ecologia vanno sempre più di moda.

All'improvviso tutto diventa green e ha il bollino eco-compatibile.

Con un pizzico di ironia giochiamo anche noi col verde e con le parole.

Scegliete una di queste immagini, guardatela per qualche minuto e lasciatevi ispirare...









Buona scrittura,

Davide

Immagini da Fotolia

martedì 2 febbraio 2010

Partecipa anche tu all'antologia del giallo



Ci siamo, il progetto a cui stavo lavorando da alcuni mesi è diventato realtà.

A partire dai primi di marzo, partirà "Pubblica in giallo", un corso di 5 lezioni che avrà come obiettivo finale la pubblicazione di un'antologia di racconti gialli scritti dai partecipanti.

La casa editrice Eclissi, specializzata in gialli e narrativi ha deciso di scommettere insieme a me su questa impresa e l'antologia sarà quindi pubblicata all'interno della loro collana I Dingo.

Per tutti i partecipanti, la casa editrice stessa, si è impegnata anche nel leggere uno dei loro manoscritti e se ritenuto valido a pubblicarlo e a riconoscere i diritti d'autore.

Siete pronti per partecipare anche voi a questo progetto?

Vi aspetto!

Per maggiori informazioni: cliccate qui!

Davide

sabato 30 gennaio 2010

Dove ci porta questa musica?

Concedetevi 10 minuti tutti per voi.

Concedetevi 10 minuti per svuotare la mente e lasciarla vagare, libera, lontana.

Chiudete gli occhi, ascoltate la musica di questo video, lasciatevi portare.




Inizia così un viaggio, un'esplorazione di strade non ancora percorse.

Fin dove vi spingerete? Cosa troverete durante il viaggio? Cosa ci sarà all'arrivo?

Buon viaggio...

Davide

L'immagine del post è stata presa da http://servebaltimore.org/2009/01/06/meditation/

lunedì 25 gennaio 2010

Conquista col giallo!



Rosso, verde, giallo: una sequenza di colori a cui ci hanno abituato migliaia di semafori.

Sappiamo tutti che il giallo significa attenzione!
Quindi... fate attenzione, perché sta per arrivare un'opportunità.

Lo so, tanti di voi hanno il sogno di pubblicare un racconto e forse anche un libro.

Non importa se avete già il racconto nel cassetto, in ogni caso ne scriveremo uno insieme e arriveremo a pubblicarlo.

Pubblicarlo significa avere un editore che crede in questo progetto e che si fida di me ed è disposto a scommettere su questa impresa.

Pubblicare un libro significa non solo stamparlo e riceverne alcune copie da dare agli amici, ma soprattutto che sia presente nella distribuzione.

Pubblicare un libro significa che se una libreria non ce l'ha, lo può ordinare e lo trova facilmente, ma significa anche che, se vai in una delle principali librerie (ad esempio Feltrinelli o Mondadori), lo trovi esposto negli scaffali.

Tra qualche settimana partirà questo mio nuovo corso che avrà come obiettivo la pubblicazione di un'antologia di racconti gialli scritti direttamente da voi.

Sarà un lavoro di squadra, un lavoro che ci vedrà impegnati per tre mesi alla fine dei quali avremo tra le mani un'antologia di emozioni, in giallo, noir, thriller, pulp.

Tirate fuori dagli armadi gli scheletri, affilate le armi e preparatevi..

Volete saperne di più? Scrivetemi a davide.giansoldati@eallaenne.it e vi darò maggiori informazioni.

Davide

Credits per l'immagine: kevin dean

mercoledì 20 gennaio 2010

Semplicemente... scrittura e creatività


Ieri, martedì 19 gennaio, all'interno dell'evento Semplicemente, organizzato da ManagerZen, io e la giornalista Maria Sorbi abbiamo parlato di scrittura, giornalismo e creatività.

Davanti a 61 persone ci siamo confronti su punti in comune tra scrittura creativa e giornalismo, tra creatività ed essenzialità.

L'abbiamo fatto nel modo che più ci piace e appassiona: l'interattività e l'esperienza.

Si impara facendo e facendo si scoprono le nostre potenzialità.

Il prossimo appuntamento è di nuovo con ManagerZen, questa volta con un workshop di 8 ore sulla creatività applicata alla scrittura.

Questo il programma del workshop:

La creatività e la scrittura
Le origini della creatività e del pensiero creativo<
Quando la scrittura diventa creativa
Scrittura e Creatività, un nuovo modo per forgiarle insieme: la creativa scrittura

Sviluppiamo la creatività
Alla ricerca di idee e ispirazioni
Strumenti e tecniche di creatività per la scrittura<
Riscoprire il fantastico

Il racconto
La struttura
Dal foglio bianco al racconto scritto

Riscopriamo i sensi
Quali e quanti sono i sensi?
Come si usano i sensi?
Conquistare il lettore

Inizio e Fine
L'inizio che cattura
La conquista finale

I generi letterari
Scriviamo un racconto

Per tutti i giorni
Allenare la creatività
Migliorare la scrittura

Il workshop si terrà a Milano sabato 13 febbraio al Grand Hotel Puccini, in Corso Buenos Aires 33 (vicino a Lima).

Per maggiori informazioni puoi scaricare questo pdf o visitare il sito web ManagerZen che organizza l'evento.

Vi aspetto!

Davide

giovedì 14 gennaio 2010

Il Tir-Libreria prende il largo...



Vi ricordate del Tir-Libreria di cui vi avevo parlato in un precedente post?

E' finalmente pronto e... pronto a prendere il largo.

Volete saperne di più?

Leggete l'articolo su MenteLocale.it.

Ciao!

Davide

lunedì 11 gennaio 2010

Novità sulla scrittura



L'anno è appena iniziato e diversi tra noi hanno già compilato la loro lista di buoni propositi.

Chi vuole arrivare a pubblicare un libro, chi scrivere racconti, altri ancora puntano sul migliorare la propria creatività.

Un primo consiglio: sintonizzatevi su Radio Storie, il canale Podcast su iTunes Store, curato da Luca Lorenzetti di ScritturaCreativa.com.

Su RadioStorie si parlerà di scrittura da diversi punti di vista: autori, giornalisti, docenti, scrittori per passione.

Per chi volesse cimentarsi invece in corsi e workshop, prendete spunto da questo articolo scritto sul Corriere della sera.

A presto,

Davide

martedì 5 gennaio 2010

Parole semplici, comunicare scrivendo...



Come raccontare, comunicare fatti, concetti, emozioni in maniera
semplice, efficace e creativa? Dal primordiale timore del foglio bianco
al fluire delle frasi, delle immagini che si formano, delle parole che
raccontano.
Volete scoprire come ottenere tutto questo?

Partecipate al prossimo incontro ManagerZenCafè Milano.

Io e Maria Sorbi, giornalista professionista del quotidiano Il Giornale, parleremo di questi argomenti e di molto altro ancora.

Vi aspettiamo quindi Martedì 19 gennaio 2010 dalle 19 alle 21 al Boccascenacafè, Teatro Litta in corso Magenta 24 a Milano.

Ingresso libero con prenotazione + 10 € (costo del drink).

Per prenotazioni:
Selena: selena.mercandelli@gmail.com

Scarica il pdf dell'evento!

Vi aspettiamo,

Davide